Unità Pastorale Padre Misericordioso

parrocchie di Coviolo, Preziosissimo Sangue, Rivalta, Sacro Cuore – Reggio Emilia

Chi siamo

Le parrocchie dell’Unità Pastorale

Baragalla

88559802Parrocchia Sacro Cuore 
Via Mons. Gilberto Baroni, 1 – 42123 Reggio Emilia.

La costruzione del nuovo Polo Pastorale del Sacro Cuore di Gesù, è iniziata ufficialmente con la cerimonia della posa della prima pietra da parte del vescovo Adriano Caprioli, domenica 13 giugno 2010, festa del S. Cuore,  dopo un iter di progettazione  di 10 anni che ha visto il progetto vincere il bando “Progetti Pilota”, indetto dalla Conferenza Episcopale Italiana.
Il progetto definitivo ha visto l’apporto liturgico del parroco emerito don Mario Valpiani, di don Enrico Mazza, da sempre presente alle liturgie del Sacro Cuore, e del diacono Sandro Panizzi. Nel maggio 2013 la chiesa è stata consacrata ed è nata l’Unità Pastorale.

Per visionare il progetto architettonico clicca QUI

Coviolo

coviolo_chiesa_m

Parrocchia Santi Gervasio e Protasio 

Via Vittorino da Feltre, 3 – 42123 Reggio Emilia

Si ha notizia di un edificio di Culto dedicato ai martiri Santi Gervasio e Protasio presso Coviolo, fin da prima dell’anno 1.000 .
Nel 1.168 il vescovo Albicone la consacrò solennemente riconoscendone le qualità di chiesa pubblica.
Per saperne di più clicca QUI

Belvedere

Via Martiri della Bettola, 33 – 42123 Reggio Nell’Emilia.

La chiesa del Preziosissimo Sangue di N.S.G.C. è stata consacrata il 29 giugno 1962, SS. Pietro e Paolo, dal vescovo Gilberto Baroni.
La chiesa è nata per volontà dei fedeli della zona di Belvedere in rapida espansione, che si ritrovavano per la messa quotidiana in una cappella privata.

Per saperne di più clicca QUI


Rivalta

Parrocchia S. Ambrogiochiesa-rivalta2
Via Ghiarda, 1 – 42123 Reggio Emilia

Nel 1144 la chiesa di Sant’Ambrogio, già nominata in documenti del tempo del vescovo Sigifredo (844-857), è insignita del titolo di Pieve.

Tra il 1832 e il 1884 la primitiva chiesa, già più volte ampliata e restaurata, è abbattuta e, in tali anni, si procede alla costruzione del nuovo edificio su progetto dell’Architetto Luigi Croppi.

Per saperne di più clicca QUI

Dal settembre 2016, in seguito al cammino fatto dalla diocesi con la maturazione degli “orientamenti“, le nostre quattro parrocchie sono state raccolte in Unità Pastorale guidata da un unico parroco in comunione presbiterale con altri sacerdoti, alcune di esse non erano nuove a questo nuovo processo ecclesiale guidato dalle attuali congiunture sociali.
Centro dell’azione pastorale della Chiesa fino a pochi anni fa è stata la Parrocchia che, sotto la responsabilità del parroco, suo pastore, svolgeva la sua missione nella catechesi, nella liturgia e nella carità all’interno di un determinato territorio. Questa impostazione ha favorito una presenza capillare della Chiesa facendo del parroco una delle figure più presenti nella vita delle persone.
I repentini cambiamenti culturali e sociali e degli stili di vita, l’improvviso calo numerico dei sacerdoti e l’innalzamento costante della loro età media, la scarsità di vocazioni – presbiterali, religiose – hanno però messo fortemente in crisi questa impostazione, imponendo quasi alla Chiesa diocesana la ricerca di nuove strategie pastorali.
L’Unità Pastorale si pone quindi come una prima risposta ad un quadro ecclesiale profondamente mutato, divenuto oggetto di studio e di analisi da parte dei Vescovi.
Il nome scelto, tra spunto dal momento storico ecclesiale che si stava vivendo nell’anno di costituzione, papa Francesco aveva indetto il giubileo straordinario delle Misericordia, abbiamo così voluto cogliere questo segno perché guidasse il nostro cammino insieme.