In questi anni di ministero, ho approfondito sotto diversi aspetti il mondo degli adolescenti partendo innanzitutto dall’esperienza concreta. Dal cominciare a curare un blog che trattava di temi legati all’educazione dei giovani, sono nati poi tre libri che rappresentano un po’ la sintesi del cammino fatto. Guardandomi attorno vedo ora il bisogno che come adulti sappiamo fermarci e confrontarci tra noi e in un ascolto vero di un mondo che non sempre comprendiamo: quello degli adolescenti.

Perché la fatica di mettersi “in corso” come adulti?

Come comunità civile e molto di più come Chiesa (alla luce del prossimo Sinodo sui giovani) viviamo quotidianamente la sfida dell’educazione delle nuove generazioni. Ho incontrato tanti genitori, insegnanti ed educatori un po’ spaesati di fronte al confronto con un’adolescenza diversa da quella vissuta nella propria storia. Credo sia possibile dare un senso a comportamenti apparentemente insensati, con un approccio che vuole far sintesi di diversi aspetti (biologico, psicologico, sociale, pastorale) offrendo uno sguardo nuovo sugli adolescenti e un luogo di conversione del proprio stile educativo e di Chiesa.

don Paolo