Domenica 15 aprile ore 17.30 Concerto d’organo e voce, “Viaggio musicale tra le corti europee del ‘700”, nella Chiesa di S.Ambrogio a Rivalta, fa parte del Calendario degli eventi legati a “Di REGGIA IN REGGIA”, organizzato dall’Associazione Insieme per Rivalta.

L’Associazione, in collaborazione con la Parrocchia di Rivalta, intende valorizzare il
patrimonio storico e culturale locale e propone molti eventi legati alla Reggia di Rivalta, e
non solo.

In questo caso protagonista è la Chiesa di S.Ambrogio dove si trova un organo in parte
restaurato di recente da parte della ditta Organaria Pier Paolo Bigi di Reggio Emilia.
L’organo, che data del 1966, è stato realizzato dalla Zarantonello di Cornedo (Vicenza) ed
è uno dei quattro presenti a Reggio Emilia, oltre a quelli di S.Pellegrino, Pieve e Marola, è
stato ideato e costruito da Remo Zarantonello, l’ultimo di una dinastia di organari
(Bartolomeo, Beniamino e Remo) operanti tra la metà dell’800 e il 1970 (anno della morte
di Remo).

Yves Gourinat, Organista titolare del Grand’Organo Puget della Cattedrale di Saint-Benoît, a Castres (Arcidiocesi di Albi nel Sud Ovest della Francia), eseguirà musiche di Johann Sebastian Bach, L.Marchand, G.F Haendel, J.F.Kauffmann. Alcuni pezzi saranno accompagnati dalla voce del tenore reggiano Andrea Caselli. A seguire, degustazione di prodotti tipici locali.

Yves Gourinat, di passaggio in questo periodo in Italia, ha al suo attivo oltre cento concerti in Francia, Spagna e Germania, dal 2013 e’ professore di meccanica dei solidi all’ ISAE-SUPAERO, Istituto Aerospaziale dell’Università di Tolosa e vice direttore dell’Institut
Clément Ader. I suoi ambiti di ricerca riguardano le dinamiche non lineari e la biodinamica.
In precedenza è stato per sette anni ingegnere presso la Divisione aeromobili di
Aerospace e per 10 anni docente di tecnologia spaziale presso l’Università di Tolosa. Ha
ricevuto numerosi riconoscimenti scientifici, tra cui la medaglia Frank J Malina della
Federazione Internazionale di Astronautica.

Bepi de Marzi, autore di “Remo Zarantonello, l’ultimo di una famiglia di organari” scrive
che Remo diceva “La fede passa anche dai Principali e dalle Ottave (registri dell’organo,
ndr), respira lungo i canaletti dei somieri: l’organo si suona soprattutto con il cuore. Venti registri bastano e avanzano, purchè ci sia l’amore e la fantasia. Purchè ci sia la fede”.

L’incasso del concerto, a offerta libera, sarà interamente destinato a finanziare le opere legate alle attività dell’Oratorio della Parrocchia e della sistemazione dell’area cortiliva (spazio gioco dei ragazzi).

scarica locandine FR BN 15.4

organo